Estate in Abruzzo e Molise: cosa vedere e cosa scoprire!

Visitare Abruzzo e Molise in estate significa perdersi in un viaggio alla scoperta di paesaggi e sapori autentici. Non a caso, all’inizio del secolo scorso, furono proprio questi territori a stuzzicare la curiosità di letterati e artisti che giunsero da tutta Europa, e talvolta anche da più lontano, per raccontare le bellezze locali.

In Abruzzo e Molise c’è davvero molto da scoprire e sembrano saperlo bene i sempre più numerosi turisti che, specie in Agosto, affollano paesini, spiagge e montagne alla ricerca di un po’ di pace e di qualche piatto tipico. Merito forse anche della stampa internazionale, che da qualche tempo ha iniziato a dedicare alle nostre regioni un certo spazio, con articoli molto lusinghieri.

Noi di Metamer conosciamo bene il valore dei territori in cui operiamo perché investiamo quotidianamente per promuoverne le eccellenze culinarie, paesaggistiche, sportive e professionali.

Per questo abbiamo pensato ad un nuovo articolo del nostro blog mirato alla scoperta di Abruzzo e Molise in estate. Se non hai ancora in programma alcuna attività per impegnare le tue ferie ecco quindi qualche idea per una o più gite fuori porta all’insegna dell’autenticità!

san salvo

Vasto: città d’arte di cultura!

La costa dei trabocchi regala sempre grandi emozioni e i suoi Comuni, come Ortona, San Vito Chietino, Vasto e Fossacesia, sono sempre più gettonati dal pubblico attratto dalla bellezza di località balneari come Ripari di Giobbe, Punta Aderci, Punta Acquabella e Punta Penna.

Comuni che conservano inoltre un patrimonio, in termini di cucina, tradizioni e riserve naturali piacevolissimo da scoprire. È il caso dell’Oasi WWF di Torino di Sangro, dell’abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia, e della città di Vasto, con le sue architetture uniche e i suoi gioielli “nascosti”. Uno tra tutti la piccola chiesa di San Michele, patrono della città, a due passi dalla villa comunale e dal caratteristico belvedere cittadino. Una chiesa praticamente unica in Italia, in quanto al suo interno, oltre alla statua di San Michele, si possono ammirare quelle degli altri sei arcangeli anticamente attribuiti alla tradizione cattolica, dal medioevo scomparsi praticamente ovunque. Statue rarissime, per molti anni “camuffate” dei loro tratti angelici, ma tornate da qualche tempo al loro antico splendore per la gioia di chi fa loro visita!

abruzzo aquilano

Abruzzo aquilano: in viaggio tra storia e paesaggio

Un vero e proprio viaggio tra antichità e meraviglie. L’Abruzzo aquilano è ancora uno di quei luoghi non oppressi dal turismo di massa, ma allo stesso tempo in grado di donare emozioni uniche. Un semplice tragitto in auto lungo la piana di Navelli, che dalla Valle Peligna conduce verso il capoluogo regionale, rappresenta una scoperta continua.

Borghi arroccati su speroni rocciosi, tutti con una propria identità e una storia da raccontare: Navelli, patria dello zafferano e caratterizzata da un centro storico mozzafiato, Bominaco, con il medievale oratorio di San Pellegrino, Santo Stefano di Sessanio, vera e propria perla degli appennini, sono solo alcune delle località che questo fantastico territorio è in grado di offrire.

Ottima cucina e panorami senza eguali completano la lista delle ragioni per non lasciarsi sfuggire l’occasione di un tour nel cuore pulsante di questa regione!

 

eremi abruzzo

Borghi della Majella: arte e natura a pochi chilometri dal mare

Piccoli e disseminati lungo strade circondate dal verde, i borghi autentici della Majella costituiscono un’ottima alternativa per fuggire dal caos della città.

Tra i più particolari figurano certamente Serramonacesca e Roccamorice, con eremi e abbazie da visitare, Pretoro e Pennapedimonte, autentiche opere di architettura montana e Gessopalena, con il suo borgo vecchio scavato direttamente in una cava di gesso.

Se ti senti in vena di avventure puoi sempre proseguire verso Salle e concederti un salto nel vuoto insieme ai ragazzi della locale scuola di Bunjee Jumping, tra gli sport estremi più praticati in Abruzzo!

spiagge termoli

Centro storico di Termoli: una roccaforte sul mare

Il Molise è una regione fantastica, e Termoli è senza dubbio un ottimo punto di partenza per iniziare a scoprirla. Il suo piccolo centro storico affacciato sull’Adriatico cela un borgo di struttura medievale caratterizzato dalla torre del Castello Svevo, posto a guardia della costa nel 1240 da Federico II di Svevia.

Notevole è anche la cattedrale in puro stile romanico pugliese, che custodisce al suo interno le spoglie dei patroni della città San Basso e Timoteo.

Conosciuta per le sue spiagge, Termoli è una città molto legata al mare, soprattutto a… tavola! La cucina termolese è, infatti, un vero ensemble di sapori mediterranei: triglie, seppie, polipi, torpedini e calamari, piatti dal carattere gentile in grado di raccontare un territorio, magari accompagnati da un buon bicchiere di vino bianco locale.

area archeologica altilia

Castelli e aree archeologiche del Molise

Restiamo in Molise addentrandoci un po’ di più nella sua storia, grazie alle tante aree archeologiche e siti di interesse presenti sul territorio.

Dall’antica città sannita di Sepino, in provincia di Campobasso, dov’è ancora possibile ammirare i resti della civiltà italica che per prima si insediò in queste terre, fino alla caratteristica abbazia di San Vincenzo al Volturno, immersa nella natura.

E ancora il Castello di Monforte, a Campobasso, in cui rivivono leggende e suggestioni del passato, e il vicino santuario di Santa Maria Maggiore con i suoi caratteristici affreschi.

Quella dei castelli è vera e propria peculiarità molisana. Sono moltissimi e tutti da favola: Civitacampomarano, Roccamandolfi, Pescolanciano, Castropignano, Vastogirardi, Tufaro e ancora molti, molti altri!

Laghi e riserve naturali del Molise

Il Molise è inoltre una regione affascinante dal punto di vista paesaggistico, in cui sono presenti numerose riserve, oasi protette e aree montane. Il lago di Occhito, tra il Molise e la Puglia, è una di queste, un invaso artificiale immerso nella natura dove rilassarsi e godersi un po’ di pace.

A poca distanza troviamo inoltre la Riserva Regionale Guardiaregia di Campochiaro, autentica oasi di silenzio dove poter fare trekking e osservare la fauna selvatica e le numerose specie di uccelli locali. A Vastogirardi, in provincia di Isernia, è invece presente la Riserva Naturale di Montedimezzo, tra le più gettonate a ridosso di ferragosto per escursioni e pic-nic all’insegna del relax!

Abruzzo e Molise in estate: il sapore autentico della scoperta

Visite, emozioni e esperienze da (ri)scoprire e valorizzare con passione, obiettivo che noi di Metamer consideriamo essenziale per donare un’energia nuova ai nostri territori.

Quest’anno, se non sai ancora dove passare il ferragosto, o cerchi idee su mete e vacanze estive non andare troppo lontano: a pochi chilometri da dove vivi c’è un mondo tutto da scoprire!

Buone vacanze, da Metamer!

Post suggeriti
come organizzare il frigorifero