Aumenti bollette luce e gas: ecco perché e offerte migliori per difendersi dai rincari

aumenti luce e gas

In questi giorni, la notizia di nuovi rincari sul prezzo di luce e gas ha disseminato, comprensibilmente, preoccupazione in molte famiglie. Numeri e cifre continuano a susseguirsi senza sosta, online e non, parlando di aumenti del 14%, 29% e 40% sul prezzo dell’energia elettrica e del gas, fino ad arrivare a tirare in ballo anche presunti aumenti sul costo del cibo, trasporti e banche.

Non siamo abituati a fare allarmismi, quanto più a cercare di fare chiarezza. Proviamo allora insieme a capire cosa sta succedendo e quali soluzioni è possibile o meno adottare per far risparmiare sui rincari bolletta.

Aumenti luce e gas: a cosa sono dovuti?

Iniziamo col dire che, sì, la notizia di nuovi aumenti in bolletta è, purtroppo, vera e confermata dall’ Arera, l’ Autorità per l’Energia: l’organo nazionale che regolamenta trimestralmente i prezzi dell’energia in base alle variazioni del mercato internazionale.

È bene ricordare che i prezzi di luce e gas non vengono stabiliti (e quindi aumentati o ribassati) dai singoli operatori ma, appunto, dall’Autorità preposta a farlo. Pertanto, se il costo della componente materia prima in bolletta aumenta, aumenta per tutti i consumatori con tariffa variabile, restando invece fissa alla quotazione di contratto in quelle a prezzo bloccato.

Tutte le altre voci contenute in bolletta (oneri di sistema, trasporto e gestione del contatore, imposte, accise, ect) sono invece sempre soggette ai dettami di ARERA, indipendentemente dalla tariffa scelta dall’intestatario della fornitura.

Come saprai, non è la prima volta che il prezzo di luce e gas subisce un aumento, ma non è raro che gli stessi prezzi vengano anche calmierati. Il mercato dell’energia è un mercato “vivo”, proprio come quello delle quotazioni in borsa. Va da sé che il prezzo vari in base al periodo, alla richiesta internazionale e ad altri fattori che rientrano nella politica globale.

Ed è proprio quest’ultima ad essere stata tirata in ballo per spiegare il perché dei rincari bolletta di questo mese, in particolare sul prezzo del gas. La crescente domanda proveniente dal Nord Europa e dalla Cina, a causa di un precoce abbassamento delle temperature autunnali, ha infatti determinato un conseguente incremento del prezzo della materia prima, più richiesta dai vari Stati. E quando la domanda sale, si sa, il prezzo lievita con lei.

Come difendersi dagli aumenti di luce e gas

Chi ha maggiore familiarità con il mercato dell’energia sa che il libero mercato offre oggi innumerevoli vantaggi rispetto al tradizionale regime di tutela, dove il prezzo era stabilito esclusivamente dall’ARERA, senza possibilità per i consumatori di selezionare una tariffa ottimizzata per i propri consumi.

Con l’avvento del libero mercato dell’energia e l’ingresso di numerose aziende in questo settore ha determinato una maggiore concorrenza e, con questa, anche maggiori possibilità di scegliere tra offerte energia sempre più personalizzate, ottimizzate e in linea con le proprie esigenze.

Questo vale per le utenze domestiche come per quelle professionali, dove il regime di tutela è definitivamente uscito di scena nei mesi scorsi. Se hai bisogno di maggiori informazioni in merito alle differenze tra mercato libero e regime di tutela in questo articolo puoi trovare tutte le risposte.

Rincari energia: bonus bollette e contributi statali

In vista dell’imminente stangata, il 27 settembre scorso il Governo Draghi ha annunciato l’approvazione del Decreto Legge n.130, contenente alcune misure utili a contrastare i rincari bolletta.

Tra queste:

  • Azzeramento aliquote degli oneri generali di sistema per le utenze elettriche;
    A vantaggio di circa 6 milioni di piccole e medie imprese con utenze in bassa tensione e 29 milioni di clienti domestici.
  • Iva al 5% sul gas naturale;
    Invece che del 10% o 22%.

Rincari energia: conviene di più prezzo fisso o variabile?

Come detto, i rincari energia non dipendono dai singoli fornitori, ma alcuni clienti subiscono le variazioni (cioè gli aumenti, ma anche gli abbassamenti, che sono comunque presenti) in modo diverso rispetto ad altri.

Questo avviene in base al tipo di tariffa scelta dal consumatore, ovvero a seconda se il costo della componente energetica in bolletta sia a prezzo fisso o variabile.

Quindi, se il cliente ha scelto una tariffa:

Energia a prezzo variabile

il costo della componente varia, appunto, in base all’andamento del mercato e può, pertanto, subire rincari o ribassi stagionali per questa voce di spesa in bolletta, in funzione dell’andamento del mercato.

Energia a prezzo fisso

il costo della componente resta invariato alla quotazione vigente al momento della stipula del contratto, senza subire le variazioni in base all’andamento del mercato. Alcuni fornitori di energia in questi giorni hanno consigliato di aderire ad offerte a prezzo fisso per difendersi dai rincari in arrivo, ma questa soluzione è, com’è intuibile, controproducente. Ti spieghiamo perché.

Perché una tariffa a prezzo variabile in questo momento conviene di più?

Sottoscrivere un contratto energia a prezzo fisso in un momento in cui il prezzo di quest’ultima è alle stelle significa continuare a pagare la medesima cifra per questa voce anche quando i prezzi torneranno ad abbassarsi. Una condizione ovviamente sfavorevole per i consumatori che passano ora a questa tariffa da una a prezzo variabile, quando potrebbero farlo in momento più conveniente.

Per questo, sottoscrivere un’offerta a prezzo variabile in questi mesi di rincari bolletta è assolutamente la scelta migliore. Meglio ancora sarebbe sottoscrivere un’offerta energetica con materia prima a prezzo di costo, cioè all’ingrosso e senza applicazione di spread, come le tariffe luce e gas Prezzo Extra di Metamer.

Il tutto, logicamente, adottando sempre e comunque ogni possibile soluzione in termini di risparmio energetico, dalle piccole azioni quotidiane fino agli investimenti per migliorare le prestazioni energetiche delle proprie abitazioni o uffici, anche grazie ai numerosi bonus messi a disposizione dal Governo.

Non fidarti di chi promette troppo, ma di chi dice la verità!

Nel mercato dell’energia, così come in tutti gli altri, non esiste la bacchetta magica. Sapere cosa ci riserva il futuro è impossibile e, proprio come nella vita, esistono buoni e cattivi momenti.

Da professionisti del settore con oltre quarant’anni di esperienza nella fornitura di energia ad uso domestico e commerciale, sappiamo bene che esistono due modi per fare questo lavoro: ingannare i clienti o dire loro la verità. Abbiamo scelto la seconda, e chi ha scelto di darci fiducia lo sa bene.

Tutti vorremmo sentirci dire che esiste un’offerta energetica imbattibile per tutti, ma sappiamo bene che la realtà è più complessa di così. Come abbiamo già detto in passato, la “migliore offerta energia luce o gas” semplicemente non esiste: esiste quella più giusta per te. Individuarla, evitando costi nascosti, assistenza clienti non professionale e altre spese impreviste che troppo spesso aiutano a mascherare i prezzi più bassi è un lavoro duro, ma possiamo aiutarti a farlo.

Se desideri una consulenza energetica reale, per valutare tutti i vantaggi offerti dalle tariffe con energia a prezzo di costo di Metamer, compila il form per richiedere il contatto gratuito e senza impegno di un nostro esperto.

Metamer non effettua servizio di telemarketing o altre pratiche invasive per la promozione delle proprie tariffe: i tuoi dati saranno trattati esclusivamente nel rispetto delle informazioni da te richieste. Potrai in questo modo capire se è possibile accedere ad un’offerta energia più conveniente per i tuoi consumi, lasciando a te la scelta di aderirvi ed entrare nella nostra grande famiglia.