#5minutidienergia | Puntata 8: Difendersi dai rincari in bolletta

In questa ottava puntata di 5 Minuti di Energia, rubrica radiofonica in collaborazione con Radio Delta 1, l’amministratore delegato di Metamer, Nicola Fabrizio, spiega in pochi minuti come difendersi dai rincari in bolletta. Non perdere i nuovi episodi o le puntate precedenti!
Segui Metamer anche su Facebook e Instagram!

Purtroppo abbiamo letto tutti dei rincari bolletta previsti da questo mese. Possiamo spiegare in parole semplici perché si verificano e a cosa sono dovuti?

Le materie prime energetiche come gas ed elettricità, sono soggette a fluttuazioni di prezzo dovute alle dinamiche di domanda e offerta: quando la domanda cresce, il prezzo dell’energia cresce con lei. Pertanto le quotazioni attuali sono per lo più riconducibili all’incremento della domanda di gas a livello mondiale.

Inoltre ci sono anche altri motivi che stanno influenzando il trend di crescita dei prezzi energetici. In particolare:

  • I ritardi nell’attivazione di nuove infrastrutture per il trasporto di gas in Europa e la riduzione della capacità degli attuali a seguito di interventi di manutenzione, in particolar modo per il gas proveniente dalla Russia;
  • Giacenza negli stoccaggi gas europei ai minimi storici;
  • Forte richiesta di gas dalla Cina;
  • Bassa produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili durante l’estate (idroelettrico e eolico);

Questi motivi hanno portato all’aumento dei prezzi di gas e luce, con il conseguente aggiornamento tariffario da parte dell’Autorità per l’energia.

Questi rincari, dunque, non dipendono dai fornitori di energia.

Purtroppo, come dicevamo anche prima, i prezzi di gas e luce si formano sulla base della dinamica di domanda offerta, pertanto il fornitore non ha potere di influenzare l’andamento di tali prezzi.

È importante specificare però che i rincari sul prezzo della materia prima interessano tutti i fornitori di energia, ma limitatamente ai soli clienti che hanno forniture a prezzo variabile. In modo particolare tutti quei clienti che ad oggi sono ancora sul mercato cosiddetto tutelato, dove il prezzo è  aggiornato trimestralmente dell’Autorità per l’Energia.

Diversamente i clienti che nei mesi e anni passati hanno scelto un’offerta a prezzo fisso, non subiranno questo rincaro per tutta la durata del contratto stesso.

C’è anche da dire che l’Autorità su input del Governo, ha previsto una serie di interventi che mitighino questo aumento dei prezzi e di cui beneficeranno tutti i clienti, sia chi ha il prezzo variabile, sia chi ha il prezzo fisso:

  • L’azzeramento degli oneri di sistema per la fornitura di energia elettrica;
  • L’abbassamento dell’iva al 5% sul gas;
  • Il potenziamento del bonus sociale;

Tutti questi interventi sono automatici e non c’è bisogno di fare alcuna richiesta per ottenerli.

Quali soluzioni consigliereste a chi in questo momento si ritroverà con una bolletta più alta?

Ricordando la centralità del cliente per Metamer e il nostro approccio consulenziale, il consiglio è di non sottoscrivere in questo momento particolare offerte a prezzo fisso, in quanto bloccare il costo della materia prima ad un livello così alto, potrebbe risultare presto una scelta svantaggiosa.

Con una chiara strategia di tutela, stiamo proponendo ai nostri clienti forniture gas e luce a prezzo variabile. Infatti le previsioni sui mercati prevedono un sensibile abbassamento dei prezzi nei primi mesi del 2022. Nel momento in cui i prezzi si abbasseranno, proporremo agli stessi clienti di bloccarlo, in modo da metterli al riparo da eventuali nuovi periodi di rialzo dei prezzi come quello attuale.

Pertanto, in questo momento invitiamo a diffidare dalle offerte a prezzo fisso come strumento di tutela per un aumento che si è già consolidato. L’unica certezza sarebbe quella di sottoscrivere un’offerta svantaggiosa per tutta la sua durata.

In Metamer adottiamo una politica commerciale orientata ad offrire prezzi fissi quando gli stessi sono bassi e variabili, come in questo momento, quando i prezzi sono alti, per poi bloccarli in momenti più favorevoli. Secondo noi questa è la politica commerciale che oggi tutela maggiormente il cliente.

Seguici per non perdere ogni mese i nuovi episodi!

Ti offriamo una consulenza per ottimizzare i tuoi consumi

Metamer è una società del libero mercato energetico che opera in tutta Italia per la fornitura di luce e gas ad uso domestico e professionale. Le nostre politiche aziendali non comprendono l’utilizzo di strategie di marketing invasive, come telefonate o porta a porta, per la promozione delle nostre tariffe.

Siamo certi della qualità del nostro servizio e desideriamo offrirla anche a te.

Se stai pensando di cambiare operatore, valuta tu stesso/a le nostre offerte gas e luce 100% green, con possibilità di scegliere tra tariffe mono, bio o triorarie, dal costo componente bloccato o variabile. Il tutto con il supporto di un servizio clienti affidabile e veloce, gestito in Italia e disponibile tramite numero verde gratuito e WhatsApp.

Richiedi maggiori informazioni sulle nostre offerte!

Valuta tu stesso/a le nostre offerte energetiche green, compila il form di contatto per richiedere un preventivo di spesa da un nostro consulente. Metamer non effettua servizio di telemarketing o altre pratiche commerciali invasive. I tuoi dati saranno trattati nel rispetto delle nostre policy sulla privacy e solo per la consulenza da te richiesta!

Rincaro bollette 2021: 10 consigli pratici per risparmiare energia in casa

rincari bollette

Risparmiare sulla bolletta della luce è una pratica che inizia dalla scelta dell’offerta energia migliore per i propri consumi e prosegue con una serie di buone abitudini quotidiane, mirate ad ottimizzarli. Ai piccoli e grandi accorgimenti per risparmiare su riscaldamento e acqua calda, elencati nello scorso articolo, torniamo oggi sull’argomento con una serie di consigli per difendersi dai rincari su luce e gas previsti in questi mesi, minimizzando l’impatto in bolletta degli elettrodomestici.

Utilizzare gli elettrodomestici in modo intelligente e corretto, soprattutto quelli più energivori, può fare davvero la differenza a lungo termine. Spesso basta una piccola e apparantemente insignificante azione per rendersene conto. Basti pensare, per esempio, che il solo spegnere il pulsante rosso di stand by da televisori e altri dipositivi non utilizzati consente un risparmio fino a 80 euro l’anno!

Se sommiamo questa cifra per tutti gli elettrodomestici che possiamo utilizzare in maniera più conveniente ed eco-sostenibile, viene fuori un buon risparmio complessivo, sia in termini di denaro che di emissioni in ambiente.

Elettrodomestici che consumano di più: tutto parte dal frigo

A parità di utilizzo, gli elettrodomestici che consumano più energia in casa sono certamente il forno e il ferro da stiro. Tuttavia, il frigorifero è al primo posto per consumi di energia in quanto acceso h24 rispetto agli altri.

I principali consigli per risparmiare sull’utilizzo del frigorifero sono, o dovrebbero, ormai essere abbastanza noti:

  • evitare continue aperture / chiusure dello sportello;
  • non immettere cibi ancora caldi nel dispositivo;
  • distanzialo dal muro di almeno 10 cm (per accelerare il raffreddamento del motore);
  • disporre gli alimenti nei vani e nei ripiani “pensati” per loro, dalla carne, alle bevande, alla verdura e ai latticini.

Se desideri approfondire queste linee guida, ecco un articolo riassuntivo di tutti i punti appena esposti . Esistono, tuttavia, ulteriori accorgimenti meno “conosciuti”, da poter applicare.

Scongelare alimenti surgelati in frigo

se riscaldare la temperatura interna del dispositivo ponendovi alimenti ancora caldi è dannoso, lasciar scongelare cibi appena tolti dal freezer in frigo è invece consigliato. Per due motivi: contribuisce a mantere fredda la temperatura all’interno del frigorifero, senza necessità per l’elettrodomestico di avviare il motore (e quindi consumare di più), e minimizzare lo stress termico degli alimenti.

Temperatura consigliata frigorifero

la temperatura costituisce un ulteriore fattore di consumi. La temperatura media di un frigorifero non dovrebbe mai superare i 5°, ma abbassarla troppo sotto questa soglia significa consumare di più. Per questo, abbassare la temperatura del frigo può rivelarsi utile solo nei mesi estivi, quando il caldo esterno potrebbe condizionarne anche il funzionamento, o qualora il dispositivo sia collocato – obbligatoriamente, per questioni di spazio – nelle immediate vicinanze di fonti di calore, come termosifoni, piani cottura e simili.

Ridurre i consumi di forno elettrico e a microonde

Come abbiamo detto, il forno rappresenta pro-capite, insieme al ferro da stiro, l’elettrodomestico che consuma di più in casa. Ma se per il ferro da stiro spesso basta semplicemente non stirare, impostando la lavatrice con una centrifuga più leggera e disponendo bene i capi sullo stendibiancheria, rinunciare al forno risulta più difficile.

Non solo per gli amanti di un buon pollo con patate preparato a regola d’arte, ma anche per chi utilizza regolarmente cibi surgelati (da scongelare in fretta o cuocere in forno tradizionale / microonde), o predilige le cotture al forno perché “più sane” (per esempio, rispetto ai fritti).

Per risparmiare sull’utilizzo del forno, elettrico o a gas che sia, è importante:

Cuocere a risparmio energetico

la modalità “forno ventilato” consente di distribuire più uniformemente il calore e cuocere le pietanze più velocemente. Quando è possibile, prediligi questa funzione.

Pulire il forno

che si utilizzino prodotti naturali o specifici, la pulizia del forno deve sempre essere impeccabile. Sporcizia, oltre che potenziale contaminazione in termini di sapore o odore, significa anche maggiore fatica per l’elettrodomestico di arrivare a temperatura, con conseguente dispendio di energia.

Fornetti elettrici o microonde consumano meno

sono ideali per scongelare alimenti o cuocere cibi specifici, come carne, pesce e verdure in modo più economico. Il forno a microonde, in particolare, prevede spesso diverse specifiche funzioni, ottimizzate per ogni alimento.

Altri consigli per risparmiare energia elettrica in casa

Dal cambio delle vecchie lampadine con altre a risparmio energetico, alla scelta di elettrodomestici di classe energetica alta, per ottimizzare e ridurre i consumi: le strategie per risparmiare sulla bolletta della luce sono tante, e iniziano sempre dal trovare soluzioni migliori per ogni piccolo gesto quotidiano.

Smacchiare a mano i vestiti prima di riporli in lavatrice, per esempio, ti permetterà di ottenere ottimi risultati anche a 40°, con un notevole risparmio rispetto a temperature più alte.

Sfruttare il più possibile l’illuminazione naturale, orientando mobili in modo da sfruttare al massimo la luce delle finestre, rappresenta una strategie per ridurre il tempo di accensione delle lampadine.

Utilizzare l’aspirapolvere solo quando necessario, staccando quelle a batteria con postazione di carica continua quando non serve.

Limitare al massimo l’utilizzo di stufette elettriche, phon e piastre per capelli: si tratta di piccoli dispositivi, capaci di consumare molto, specie se utilizzati impropriamente!

Metti al riparo i tuoi consumi dagli aumenti in bolletta!

Se stai cercando la migliore tariffa luce per difendere la tua bolletta dai rincari in arrivo, scopri le offerte luce e gas casa Prezzo Dinamico Extra di Metamer.

Con Prezzo Dinamico Extra il costo della materia prima che consumi è sempre all’ingrosso e la tariffa variabile, per benerificare dei futuri ribassi in bolletta!

Il tutto insieme agli altri vantaggi delle offerte energia casa Metamer:

  • Attivazione veloce senza deposito cauzionale;
  • Gestione consumi anche da remoto, con app e sportello online;
  • Servizio clienti gestito in Italia, con numero verde gratuito e disponibile anche via WhatsApp.

Compila il form con i tuoi dati per richiedere informazioni in modo gratuito e senza impegno: scopri la convenienza dell’energia a prezzo di costo di Prezzo Dinamico Extra rispetto alla tua attuale tariffa, con il supporto di un consulente Metamer Energia.