Introduzione

La società Metamer S.r.l. si conforma nell’espletamento delle proprie attività ai principi di legittimità, lealtà, correttezza e trasparenza.

Gli Amministratori, i Dipendenti e tutti i Collaboratori della Metamer S.r.l., quali destinatari del presente Codice Etico, sono tenuti ad attenersi ai principi sopra indicati, permeandone i quotidiani comportamenti aziendali, trasformandolo in strumento di garanzia e di affidabilità.

Tutti coloro (fornitori, prestatori di servizi, consulenti, ecc.) che a vario titolo collaborano con la Metamer S.r.l., sono tenuti nei loro rapporti con la società al rispetto delle norme del presente Codice Etico in quanto loro applicabili.

Metamer S.r.l. opera tenendo conto delle esigenze della comunità nella quale svolge la propria attività, contribuendo in tal modo allo sviluppo economico, sociale, culturale e civile della stessa.

Le regole contenute nel presente Codice Etico integrano il comportamento che gli amministratori, i dipendenti e tutti i collaboratori sono tenuti ad osservare anche in conformità alle regole di ordinaria diligenza cui è tenuto il prestatore di lavoro, disciplinate dal Codice Civile in materia di rapporti di lavoro (artt. 2104 e 2105 c.c.).

Capitolo 1 Principi Generali

La Metamer S.r.l., nello svolgimento della propria attività, agisce nel rispetto delle leggi vigenti, del Codice di Autodisciplina, del Codice di comportamento sull’Internal Dealing, del presente Codice Etico e delle procedure aziendali.

Ogni dipendente di Metamer S.r.l. è tenuto a conoscere il Codice Etico e a contribuire alla sua attuazione.

Metamer S.r.l. si impegna a promuovere il rispetto dell’integrità fisica, morale e culturale della persona, garantendo condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale e ambienti di lavoro sicuri.

La società offre pari opportunità di lavoro a tutti i dipendenti sulla base delle specifiche qualifiche professionali e capacità di rendimento, senza alcuna discriminazione.

Metamer S.r.l. assicura la riservatezza delle informazioni in proprio possesso e si astiene dal ricercare dati riservati, salvo nei casi espressamente consentiti dalla legge.

Metamer S.r.l. intende tutelare il valore della concorrenza leale, astenendosi da comportamenti irrispettosi delle leggi poste a tutela della stessa.

Metamer S.r.l. considera il rispetto dell’ambiente un valore primario della propria attività economica e contribuisce in maniera costruttiva alla sostenibilità ecologica di tutte le proprie attività.

Capitolo 2 Comportamento nella gestione degli affari

Gli Amministratori, i Dipendenti ed i Collaboratori tutti devono astenersi dal fare o promettere a terzi, in qualunque caso e pur se soggetti a illecite pressioni, dazioni di somme di denaro o altre utilità in qualunque forma e modo, anche indiretto, per promuovere o favorire interessi della Metamer S.r.l.; essi non possono neppure accettare per sé o per altri tali dazioni o la promessa di esse per promuovere o favorire interessi degli stakeholders nei rapporti con la Metamer S.r.l.

L’Amministratore, il Dipendente o il Collaboratore che ricevesse richieste od offerte, esplicite od implicite, di siffatte dazioni, ne deve informare immediatamente l’Organismo di Vigilanza della società, istituito a norma del D.Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 (di seguito, per brevità O.d.V.) e sospendere ogni rapporto con gli stakeholders interessati in attesa di specifiche istruzioni.

Fanno eccezione a queste prescrizioni solo gli omaggi di modico valore quando siano ascrivibili unicamente ad atti di cortesia nell’ambito di corretti rapporti commerciali e non siano espressamente vietati.

L’Amministratore, il Dipendente od il Collaboratore che, nell’espletamento della propria attività, sempre attinente all’oggetto sociale ed in sintonia con le politiche aziendali, venga a trovarsi in situazioni che possano, o ritenga che possano essere, o anche solo apparire, (per ragioni di anche solo potenziale conflitto o concordanza di interessi personali, o per qualsivoglia altra ragione) influenti sui rapporti con terzi, ne deve informare immediatamente l’O.d.V., unitamente al proprio superiore gerarchico.

L’attività volta all’acquisizione dei clienti dovrà svolgersi nel rispetto di corretti principi economici, nel regolare contesto di mercato, ed in leale competizione con i concorrenti, nella costante osservanza delle norme di legge e regolamentari applicabili.

I rapporti con la clientela, pubblica e privata, sono improntati a senso di responsabilità e spirito di trasparenza e di collaborazione.

Non saranno avanzate pretese nei confronti della clientela se non qualora siano ritenute sostenibili e legittime.

Capitolo 3 Amministrazione societaria - Utilizzo di informazioni

Tutti gli Amministratori, i Dipendenti ed i Collaboratori, a qualsiasi titolo coinvolti nelle attività di formazione del bilancio, sono tenuti al rispetto delle norme anche regolamentari inerenti la veridicità e la chiarezza dei dati e delle valutazioni.

Tutti gli organi amministrativi prestano la massima e tempestiva collaborazione a tutti gli organismi di controllo che legittimamente chiedano loro informazioni e documentazione circa l’amministrazione della società.

Gli Amministratori si astengono dal porre in essere operazioni sulle quote della società, ovvero altre operazioni comunque in pregiudizio dei creditori, fuori dai casi consentiti dalla legge e si astengono dal porre in essere comportamenti comunque in conflitto di interessi con la società che amministrano, ovvero con altra società del Gruppo.

Tutte le informazioni che non siano di pubblico dominio relative alla società o ad altre entità del Gruppo o alla loro attività o affari, di cui un Amministratore, un Dipendente od un Collaboratore sia a conoscenza per ragione delle proprie funzioni o comunque del rapporto di lavoro, devono considerarsi riservate, in quanto strettamente di proprietà di tali Entità, ed essere utilizzate solo per lo svolgimento della propria attività istituzionale.

Gli Amministratori i Dipendenti ed i Collaboratori porranno ogni cura per evitare la indebita diffusione di tali informazioni.

Gli Amministratori, i Dipendenti ed i Collaboratori non dovranno utilizzare né consentire l’utilizzo di informazioni che non siano di pubblico dominio relative alla Metamer S.r.l. o ad altre entità del Gruppo o alla loro attività o affari, ovvero relative a soggetti che abbiano rapporti con esse, per promuovere o favorire interessi propri o degli stakeholders.

Capitolo 4 Rapporti con i soci

Metamer S.r.l. considera obiettivo primario la creazione di valore per i propri soci. Ciascun Amministratore, Dipendente o Collaboratore orienterà il proprio operato al perseguimento di tale obiettivo.

La violazione delle norme e la trasgressione dei principi di correttezza, lealtà e trasparenza nel proprio operato è fortemente condannata da Metamer S.r.l. e considerata come decisamente contraria all’obiettivo di valorizzazione di cui sopra.

E’ interesse di Metamer S.r.l. instaurare un dialogo continuativo con i propri soci. Le relazioni con i soci sono intrattenute esclusivamente dalle funzioni aziendali a ciò deputate, nel rispetto delle norme e procedure sulla comunicazione di documenti e informazioni riguardanti la Società.

Gli Amministratori di Metamer S.r.l. incoraggiano e facilitano la partecipazione più ampia possibile dei soci alle assemblee, alle quali possibilmente partecipano tutti gli Amministratori stessi.

Capitolo 5 Rapporti con gli altri stakeholders

I rapporti con gli altri stakeholders (clienti, fornitori, collaboratori esterni, partners, competitors, mezzi di comunicazione, il contesto civile ed economico nazionale ed internazionale) dovranno essere improntati a lealtà e correttezza, nella tutela degli interessi aziendali.

Eguale lealtà e correttezza dovrà essere parimenti pretesa da parte degli altri stakeholders.

L’informazione verso l’esterno deve essere veritiera, trasparente e coerente con le politiche della società e del Gruppo al quale appartiene.

I rapporti con la stampa ed i mezzi di comunicazione in genere potranno essere tenuti solo dalle funzioni aziendali a ciò deputate, o con l’autorizzazione specifica di queste.

Gli Amministratori, i Dipendenti ed i Collaboratori chiamati a fornire verso l’esterno qualsiasi notizia riguardante obiettivi relativi alla società o al Gruppo in occasione di partecipazione a convegni, pubblici interventi e redazione di pubblicazioni in genere, sono tenuti ad ottenerne la preventiva autorizzazione dalle funzioni aziendali preposte.

I Dipendenti si asterranno da comportamenti e dichiarazioni che possano in alcun modo ledere all’immagine della Metamer S.r.l., che anzi promuoveranno anche attraverso la correttezza di comportamento cui sono tenuti. I rapporti con le istituzioni pubbliche saranno tenuti solo dalle funzioni a ciò deputate, o con l’autorizzazione di queste. Omaggi verso rappresentanti delle istituzioni, nonché di altri pubblici ufficiali e pubblici dipendenti anche stranieri saranno consentiti solo quando siano di valore simbolico e non siano espressamente vietati.

La Metamer S.r.l. non eroga contributi diretti o indiretti a partiti politici, movimenti, comitati e organizzazioni politiche e sindacali, né a loro rappresentanti, né li sostiene in alcun modo.

Capitolo 6 Tutela della dignità, della salute e della sicurezza dei lavoratori - Tutela dell’ambiente

Le risorse umane costituiscono un indispensabile elemento per l’esistenza, lo sviluppo ed il successo dell’impresa. La professionalità e la dedizione dei dipendenti sono valori fondamentali per il conseguimento degli obiettivi aziendali.

La Metamer S.r.l. è impegnata a sviluppare le competenze e stimolare le capacità e le potenzialità dei propri dipendenti, affinché trovino piena realizzazione nel raggiungimento degli obiettivi.

La Metamer S.r.l. offre pari opportunità di lavoro a tutti i dipendenti sulla base delle specifiche qualifiche professionali e capacità di rendimento, senza alcuna discriminazione in quanto le funzioni competenti selezionano, assumono e gestiscono i dipendenti esclusivamente in base a criteri di competenza e di merito.

Le funzioni competenti monitorano affinché l’ambiente di lavoro sia, oltre che adeguato dal punto di vista della sicurezza e della salute personale, privo di pregiudizi e che ogni individuo sia trattato con rispetto, senza alcuna intimidazione e nel rispetto della sua personalità morale, evitandone illeciti condizionamenti e indebiti disagi.

La Metamer S.r.l. considera il rispetto dell’ambiente un valore primario nella propria attività economica e, pertanto, orienta le proprie scelte strategiche in modo da rispondere ai principi dello sviluppo sostenibile ed in questo senso promuove la sensibilizzazione in campo ambientale degli Amministratori, dei Dipendenti, dei Collaboratori e degli stakeholders che entrano in rapporto con la società.

Capitolo 7 Modello Organizzativo

La Metamer S.r.l. si è dotata di un Modello Organizzativo, che prevede tra l’altro l’istituzione di un Organismo di Vigilanza quale strumento che contribuisce ad assicurare che le attività aziendali siano svolte nel rispetto delle norme interne ed esterne che le disciplinano. Esso consiste in un insieme di regole di comportamento, procedure e metodologie che consentono di contrastare adeguatamente gli errori, le frodi e i fattori di rischio che ostacolano il corretto svolgimento dell’attività aziendale, con l’obiettivo di fornire adeguata tutela ai soci e a tutti i soggetti che interagiscono a vario titolo con l’impresa.

Capitolo 8 Sanzioni

L’osservanza delle norme contenute nel presente Codice Etico deve essere considerata come parte essenziale dell’obbligo contrattualmente previsto per i dipendenti nei confronti della società.

La violazione delle suddette norme costituirà inadempimento delle obbligazioni contrattuali derivanti dal rapporto di lavoro e/o illecito disciplinare e saranno punite a norma di legge.

Metamer S.r.l. irrogherà le sanzioni in modo proporzionato alle violazioni e conforme alle norme vigenti in materia di regolamentazione del rapporto di lavoro.

In particolare, tali provvedimenti saranno adottati nel pieno rispetto di quanto stabilito dall’art. 7 della Legge 20 maggio 1970 n. 300 e dalla contrattazione collettiva in vigore.